/* 539341-1534499840 */

Siti web governativi attaccati da malware cripto-mining

Siti web governativi attaccati da malware cripto-mining

Il cosiddetto malware cripto-mining che utilizza le risorse PC è già conosciuto. Per questo di solito i siti web interessati sono siti “illegali”.

Stavolta è ben diverso dato che ci sono dei siti web governativi come gli Stati Uniti o il Regno Unito che hanno addirittura la possibilità di diventare degli host per il malware.

Molti siti web di ministeri, agenzie statali e dipartimenti hanno segnalato dei problemi tra cui carenze di hosting e larghezza di banda. Questi siti web avevano un punto debole sul quale gli hackers si appoggiavano.siti mining siti governativi mining siti governativi sotto attacco siti governativi crypto-mining siti governativi malware
Sono stati oltre 4000 i siti web governativi che sono stati sottoposti a un attacco informatico che ha preso il controllo dei PC dei visitatori al fine di estrarre la criptovaluta.
Nei giorni scorsi, il problema comunque è stato arginato e tali siti risultano sicuri adesso.

 

In che modo agisce il malware?

Gli hacker sono riusciti a inserire il codice malevolo in questi siti, tramite il plugin “Browsealoud“, che viene utilizzato per aiutare le persone non vedenti ad accedere ai siti web. Nel periodo in cui siti erano sotto attacco, chi li ha visitati avrebbe inconsapevolmente estratto, per l’aggressore, una cryptovaluta chiamata Monero.siti mining siti governativi mining siti governativi sotto attacco siti governativi crypto-mining siti governativi malware

Cos’è Monero?

Monero è una criptovaluta progettata per rendere le transazioni non rintracciabili, quindi risulta essere un’opzione migliore rispetto ai Bitcoin per coloro che vogliono nascondersi dalla legge.

Il codice iniettato è riconducibile a Coinhive, un programma progettato per consentire ai proprietari di siti web di utilizzare le risorse della CPU dei visitatori.

COMMENTS

DISQUS: 0