/* 539341-1534499840 */

Facebook Container: la risposta di Mozilla sui dati a terze parti

Facebook Container: la risposta di Mozilla sui dati a terze parti

Anno dopo anno il mondo diventa un luogo sempre più piccolo, in cui è sempre più facile incontrare persone lontane e con esse scambiare testi, foto, esperienze ed informazioni.

Questa fittissima committenza di dati on line circola in stragrande maggioranza tramite Facebook, che possiede, grazie ad un accordo con ogni singolo utente, moltissime informazioni personali, come nome, cognome, sesso, età etc. Essendo un grande contenitore di dati, Facebook è diventato un mezzo per registrarsi a moltissimi siti ed applicazioni senza dover ogni volta creare un username ed impostare un indirizzo e-mail.

Cosi facendo, l’utente dà il consenso a queste terze parti di ottenere tutti o alcuni dati personali contenuti sul famoso social network e di utilizzarli e purtroppo non sempre in maniera cristallina.

facebook scambio dati facebook protezione dati facebook protezione privacy Facebook Container Mozilla Facebook Container

È recentissimo lo scandalo di Cambridge Analytica, che ha utilizzato dati sensibili di circa 50 milioni di utenti a fini politici. Tali informazioni sono state cedute a Cambridge Analytica dallo sviluppatore Aleksandr Kogan, il quale nel 2015 aveva rilasciato un’applicazione, “thisisyourdigitallife”, che prometteva di disegnare il profilo psicologico dell’utente e di prevederne i comportamenti tramite le sue attività online.

Così facendo Kogan riceveva da Facebook, utilizzato per lo Smart Login, moltissime informazioni in tempo reale di ogni utente. Tali dati, arrivati nelle mani dell’istituto di analisi, sono diventate le fondamenta per un software di previsione e pilotaggio delle ultime elezioni americane e Brexit.

Le conseguenze dello scandalo sono state varie, come la chiusura dell’account Facebook del Cambridge Analytica, l’oscuramento della sezione di politica della pagina di “Storie Successo” di Facebook, vari Tweet indignati di personaggi del calibro di Vera Jourova, commissaria Europea per la Giustizia, e Marco Rubio, ex candidato alla presidenza americana e un gran rumore creato da svariate compagnie che hanno mostrato come le loro politiche in materia di privacy e trattamento dati siano a prova di bomba.

facebook scambio dati facebook protezione dati facebook protezione privacy Facebook Container Mozilla Facebook Container

Ad oggi la risposta più concreta arriva da Mozilla, che ha creato un’estensione per FireFox in grado di evitare lo scambio di informazioni tra Facebook ed applicazioni e siti di terze parti. Questo Add-on del browser della volpe si chiama “Facebook Container” ed isola in uno spazio a parte, un container per l’appunto, tutte le informazioni personali dell’utente, rendendone l’accesso impossibile per Facebook.

Questo approccio permette agli utenti di navigare in maniera più sicura, senza avere la preoccupazione di essere tracciati in continuazione, così da poter utilizzare qualsiasi strumento online fornendogli il minor numero di informazioni possibili. La stessa estensione non colleziona dati dagli utenti, ma solo il numero di volte che essa viene installata e disinstallata.

facebook scambio dati facebook protezione dati facebook protezione privacy Facebook Container Mozilla Facebook Container

Per scaricare Facebook Container basta andare sul sito addons.mozilla.org e premere su “Aggiungi a Firefox“. Una volta installato il plug-in di Mozilla verranno cancellati tutti i cookies di Facebook ed avverrà un log-off automatico. Al successivo accesso al social, esso si aprirà in una barra blu, detta “container tab”, nella quale si può navigare ed utilizzare Facebook normalmente e tutti i contenuti esterni ad esso verranno caricati in una nuova scheda normale.

Facendo accesso tramite una container tab lo Smart Login da Facebook potrebbe non funzionare correttamente, così come i pulsanti e spazi commenti di Facebook integrati in altri siti e applicazioni, aperti al di fuori della container tab, saranno disattivati, perché se utilizzati Facebook otterrebbe informazioni sulle attività online degli utenti.

 

COMMENTS

DISQUS: 0