/* 539341-1534499840 */

Recensione Logitech Harmony Touch

Recensione Logitech Harmony Touch

Harmony Touch è il modello di punta della serie di telecomandi universali con la più ampia gamma di dispositivi supportati, ben oltre 270.000

Come tutti sappiamo Logitech produce periferiche ed accessori per quasi ogni tipo di esigenza tecnologica come tastiere, mouse, volanti, cuffie, mousepad… tra i tanti prodotti ci sono anche i telecomandi Harmony.

Harmony è una serie di telecomandi universali con la più ampia gamma di dispositivi supportati mai vista: si parla infatti di oltre 270.000 dispositivi compatibili in continuo aumento; quello che andremo a vedere oggi è l’Harmony Touch, uno dei modelli più avanzati della serie.

  • Harmony 1
  • Harmony 2
  • Harmony 3
  • Harmony 4
  • Harmony 5
  • Harmony 6
  • Harmony 14
  • Harmony 13

 

A primo impatto il telecomando è bellissimo con un design moderno ma non eccessivamente vistoso, davvero molto curato, con una finitura lucida nera sulla parte frontale e una grigia e ruvida sul posteriore che, unita alla forma ergonomica, dovuta anche al rigonfiamento nel  quale è alloggiata la batteria ricaricabile, fornisce più “grip” quando lo si tiene in mano; d’altro canto però, la forma arrotondata e la mancanza di parti piatte, rendono il telecomando molto instabile quando appoggiato tanto da farlo dondolare fastidiosamente e, in certi casi, anche rotolare, magari giù dal mobile o dal tavolo.

Sempre sul posteriore è presente anche un ricevitore infrarossi, che serve per “imparare” i comandi di un eventuale telecomando originale, nel caso tali comandi non fossero presenti nel database Logitech.

Nella confezione, c’è anche la base di ricarica sul cui retro troviamo una porta Micro-USB (ma solo per alimentazione, non dati) un alimentatore con dotato di spina intercambiabile, con funzionamento da 100 sino a 240 volt (quindi utilizzabile ovunque) e il cavo USB per collegarlo al PC; infatti sul fondo del telecomando è presente uno sportellino che nasconde una presa Micro-USB utilizzabile sia per programmare il telecomando che per caricarne la batteria nel caso la base non fosse disponibile.

  • Harmony 17
  • Harmony 18
  • Harmony 16
  • Harmony 15
  • Harmony 7

 

Il display touch e i tasti retroilluminati

Ogni tasto è retroilluminato ed è possibile regolarne l’intensità e la durata dell’illuminazione dal menu di configurazione del telecomando, così anche per il display; quindi basta andare a tentoni nel capire qual’è il tasto che stiamo cercando quando si guarda la TV al buio.

Inoltre TUTTI i tasti, che sono ben 26 (tranne il piccolissimo tasto Off in alto a sinistra) sono programmabili due volte: pressione breve e pressione lunga, così da avere un totale di 52 funzioni programmate in totale.

Il display touch capacitivo non ha una risoluzione come uno smartphone moderno, ma è abbastanza per essere bello da vedere e decisamente chiaro da leggere.

Lo schermo ha principalmente la funzione di farci scegliere l’attività da svolgere, ossia cosa vogliamo controllare (accendendo, cambiando canali, selezionando gli ingressi dei dispositivi assegnati a tale attività automaticamente) dopo di che ci mostrerà una serie di comandi da noi scelti, in alternativa una lista dei nostri canali preferiti sulla base del nostro provider TV (es: Sky, Digitale Terrestre ecc…) o i tasti numerici, con la possibilità di passare tra una e l’altra di queste schermate.

Ah dimenticavo: lo sfondo è personalizzabile, infatti tramite il software MyHarmony possiamo caricare qualsiasi immagine vogliamo.

  • Harmony 8
  • Harmony 19
  • Harmony 20
  • Harmony 21
  • Harmony 22
  • Harmony 23
  • Harmony 10
  • Harmony 11
  • Harmony 12

 

La durata della batteria con un utilizzo moderato si aggira attorno ai due o tre giorni, io ad esempio guardo la TV solo la sera e sono riuscito ad arrivare fino a 4 sere senza caricarlo, dopo di che mi ha abbandonato nel mezzo di un film. Come vi dicevo prima per programmare il telecomando è necessario il software MyHarmony ed una connessione ad internet dato che il database dei dispositivi è sui server Logitech.

Il programma ci permette di gestire più telecomandi Harmony, e una volta selezionato il nostro possiamo vedere una panoramica con i collegamenti rapidi.

Possiamo notare che l’Harmony Touch ci permette di controllare fino ad un massimo di 15 dispositivi diversi, combinabili a piacimento nelle varie attività personalizzate che possiamo creare.

Come vedete dalle immagini abbiamo aggiunto ben 7 dispositivi e creato 7 attività, una per ciascun dispositivo. In più c’è una sezione apposta dove, in base all’attività o al dispositivo da noi scelto possiamo personalizzare i collegamenti sul display o il comportamento dei tasti, come vi dicevo fino a 52 funzioni diverse.

MyHarmony ci permette di aggiornare il firmware del telecomando, aggiungendo di tanto in tanto nuove funzioni, ma anche di abbinare un Harmony Hub, un’aggiunta che fa si di poter controllare i nostri dispositivi tramite infrarossi, bluetooth e Wi-Fi, il tutto semplicemente dal nostro smartphone. Purtroppo però MyHarmony non è del tutto all’altezza del dispositivo per cui è stato creato: basato su Silverlight ed utilizzando un codice piuttosto datato, il software è molto lento, a volte si blocca, e anche per fare una cosa da un minuto si rischia di perdere dei buoni quarti d’ora.

  • Soft 0
  • Soft 1
  • Soft 2
  • Soft 3
  • Soft 4

 

Al seguente LINK Amazon potete consultare la lista dei dispositivi Logitech Harmony.

 

8.0
OVERALL SCORE
Design: 8
Confort: 8
Compatibilità: 10
Personalizzazione: 9
Software: 6
Prezzo: 7
Quindi se siete appassionati di TV, film o semplicemente amate lo zapping sfrenato, ma non volete tutti quei telecomandi sul tavolo o in giro per casa questo fa al caso vostro. Se invece siete di quelli che hanno un sacco di cose da controllare come PC, Home Theater, TV, Xbox One, PS4, climatizzatori, luci ecc... Logitech Harmony Touch diventerà il vostro migliore amico.

COMMENTS

DISQUS: 0