/* 539341-1534499840 */

Recensione Happy Hacking Keyboard Professional 2 (HHK Pro 2)

Recensione Happy Hacking Keyboard Professional 2 (HHK Pro 2)

Il ritorno di un pezzo di storia

Happy Hacking Keyboard Professional 2 (HHK Pro 2) è una tastiera minuta, classica, switch topre (a membrana) ed atta a fare il suo dovere, ossia programmare e scrivere, ma da un costo davvero esorbitante. Ne Varrà la pena?

HHK Pro 2 è l’evoluzione di una tastiera meccanica progettata negli anni 70 da Eiiti Wada (in foto qui sotto con l’originale HHK), docente e programmatore del Dipartimento di Fisica dell’Università di Tokyo.

Un modello su cui tutti gli esperti cercano di mettere le mani nonostante il prezzo di listino più alto della concorrenza. Per anni, questa tastiera è stata venduta solo in Giappone con possibile importazione cara, che richiedeva circa 300 euro.

Da dicembre dello scorso anno è disponibile anche in Europa per 289 euro ed è distribuita da PFU (Fujitsu).

La HHK Pro 2 si presenta con 60 tasti, è realizzata in plastica ABS, compatta e leggerissima, basata su switch Topre elettro-capacitivi da 45 grammi, e con keycaps in PBT stampati con la tecnica della sublimazione. Questo insieme di peculiarità producono il sound “tock” della Happy Hacking (vedi il video di seguito).

Sono in vendita svariate tipologie di tastiere con interruttori Topre, ma solo la HHKB Pro2 produce questo particolare rumore grazie ai keycaps in PBT.

 

Essenzialmente quando parliamo di Switch elettro-capacitivi da 45 grammi siamo davanti ad uno switch a membrana “molto raffinato” dove al posto del ritorno in gomma abbiamo una spirale conica allocata all’interno di un telaio “simil-meccanico” che tocca sul sensore capacitivo, tale spirale conica e tutto il telaio, dona un feeling più deciso e meno morbido rispetto al classico switch a membrana standard, di seguito abbiamo un immagine esemplificativa dello switch Trope elettro-capacitivo.

Per ultimo si considera che la HHK Pro 2 è una tastiera che nella sua semplicità permette una sorta di modularità, difatti acquistando un modulo a parte è possibile renderla bluetooth o aggiungere una eprom esterna per memorizzare alcune configurazioni particolari di tasti soppiantando i limiti previsti dal produttore in termini di personalizzazioni come si vedrà fra poco.

La HHK Pro2 è una tastiera che si presta ad una scrittura dattilografica a cinque dita e permette a chi scrive in questa maniera di essere velocissimo e fluido in tutti i tipi di utilizzo.

Purtroppo è ora di specificare prima di concludere il corpo di questa recensione, che la HHK Pro 2 non è una tastiera da gaming, nemmeno occasionale, è davvero molto complicato per le dimensioni e per gli “switch” avere un feeling decente per giocare a qualsiasi tipologia di videogioco, oltretutto è importante considerare che siamo davanti ad un prodotto pensato per una certa fascia di utenti appasionati, nostalgici o persone che ne fanno un utilizzo specifico per il quale la stessa è stata progettata come la programmazione.

Il layout che l’ha resa famosa porta il Control sopra lo Shift, non ha il Caps Lock, ha gli Alt agli estremi dell’ultima riga, lo Shift a sinistra di Fn e l’Esc al fianco del numero 1. Le frecce direzionali – così come i tasti F1, F2 (ecc.), il Backspace e la parte multimediale, sono in seconda battuta. (vedi schema)

Uno dei punti di forza di questa tastiera è sicuramente il comfort ergonomico con la sua doppia regolazione in altezza con doppio piedistallo e sopratutto la trasportabilità in quanto è facilmente riponibile in borsa e con il cavo micro-usb estraibile è possibile portarla in ogni dove, ed inoltre sempre all’interno del comfort ed alle funzionalità sottolineiamo la presenza delle 2 porte usb 2.0 per collegare dispositivi esterni. (max 100 mA)

Nella parte posteriore della tastiera abbiamo uno sportellino con dei DIP-Switch che ci permettono di cambiare la disposizione di alcuni tasti, purtroppo a differenza delle tastiere moderne è tutto pre-configurato quindi non abbiamo la possibilità di impostarlo noi ma è il produttore a monte a darci delle possibilità di personalizzazione.

Happy Hacking Keyboard Professional 2 review HHK Pro 2 recensione HHK Pro 2

All’interno del box, come si può notare dal immagine qui a lato, vi è semplicemente la nostra minuta tastiera, con un semplicissimo cavo micro-usb, il tutto corredato da un semplicissimo manuale e dal foglio di garanzia. Ricordiamo infatti che visto che la tastiera è distribuita in Italia da PFU Fujitsu gode di 2 anni di garanzia a differenza del passato che veniva importata dal Giappone, restando quindi priva dei diritti riservati ai consumatori dalla normativa vigente nell’Union Europea.

Happy Hacking Keyboard Professional 2 review HHK Pro 2 recensione HHK Pro 2Happy Hacking Keyboard Professional 2 review HHK Pro 2 recensione HHK Pro 2

 

Ma che cos’è la HHK Pro 2? è una tastiera sicuramente costosa (oltre 200 euro) e non alla portata di tutti i portafogli, è una di quelle tastiera che sicuramente ci possono raccontare persone dedite della scorsa generazione in grado magari di poterci regalare qualche aneddoto interessante sulla video scrittura.

Nel dettaglio ci sono pareri discordanti a cui si va incontro traendo le conclusioni per questa tastiera, abbiamo fra le mani una tastiera composta sicuramente da troppa plastica, con switch a membrana (raffinati), ma sicuramente di livello ed inoltre potremmo dire che è un vero e proprio remake di un pezzo di storia della video scrittura, anche se c’è poco di remake infatti avremmo apprezzato noi di questa generazione una retroilluminazione ed un interfaccia più intuitiva dei DIP-Switch , magari con un software dedicato ed un qualcosa di più complesso, ma è sicuramente vero, tornando sul pezzo, che avrebbe stravolto il classico, quindi la accettiamo e l’apprezziamo per quello che è, ossia un terminale di video scrittura di culto e pregiato dedicato a pochi ed appassionati del genere, forse un regalo per un amico o un parente di vecchia generazione (o laureato/laureando in ingegneria informatica) che sicuramente potrebbe apprezzarla molto.

 

 

Happy Hacking Keyboard Professional 2 review HHK Pro 2 recensione HHK Pro 2

 

 

7.2
OVERALL SCORE
Design: 9
Materiali: 7
Comfort: 7
Funzionalità: 8
Prezzo: 5
Una tastiera che non è alla portata di tutti, ha come pro sicuramente il suo design unico ed il suo sound con il "tok" creato dalla qualità dei materiali e dai raffinati switch torpe, come si diceva nelle conclusioni si puo diventare hater o lover di questo prodotto in quanto è un vero e proprio remake di un pezzo di storia, una tastiera classica per programmare e video scrivere, non è sicuramente una tastiera da "gaming", nemmeno occasionale.

COMMENTS

DISQUS: 0