/* 539341-1534499840 */

La fine della retrocompatibilità

La fine della retrocompatibilità

Retro compatibilità arrivederci!

Dopo questa settimana non abbiamo più alcun interesse nell’aggiungere altri titoli Xbox e Xbox 360 al catalogo dei giochi per Xbox One, ma siamo eccitati nel continuare il lavoro fatto per Xbox  su piattaforme e dispositivi. 

Jason Ronald.

L’azienda, creata da Gates e Allen a metà degli anni ’70, giustifica questa scelta attraverso due punti fondamentali:

  • La neo-nata console next-gen di Microsoft sarà completamente retro-compatibile con tutto il parco titoli ri-adattato per essere giocato su Xbox One e  permetterà al giocatore di usufruire di centinaia di titoli. (Elenco completo dei giochi retro-compatibili).

Inoltre non soltanto sarà possibile passare da una generazione all’altro di capitoli Xbox, bensì sarà ancora più facile giocare a giochi classici grazie al nativo upscaling che il sistema Navi GPU high-end e Zen 2 permettono di effettuare. 

Si deduce  che Microsoft abbia deciso di smettere di aggiungere prodotti retro-compatibili al catalogo giochi per ridurre la mole di lavoro sul team atto a limare i difetti delle old gen per renderli fruibili anche sulla nuova.

  • Microsoft ha deciso di serrare i ranghi sul progetto Scarlett per allocare più manodopera alla creazione di un hardware che vale miliardi di dollari americani .

Per chi, invece,  ha così tanta voglia di giocare titoli old gen può tranquillamente attendere l’uscita del nuovo xCloud game streaming  che la Microsoft ha in porto .

Project Scarlett avrà un ipotetica data di lancio nelle festività del 2020.

Chissà se al suo rilascio il “reparto” retro-compatibilità verrà riaperto?
Per ora solo il tempo farà da risposta .

  

COMMENTS

DISQUS: 0